Sceol

(in ebraico Sce'ôl). Anche se alcuni pensano che Sceol derivi da Shâ'al o da Shâ'el che significa domandare, chiedere, consultare, la sua vera etimologia è sconosciuta.

Essenzialmente Sceol  significa soggiorno dei morti.

Alcune volte Sceol siriferisce più propriamente alla tomba o sepolcro (1 Re 2:6; Giobbe 17:16; Isaia 14:11; 53:9).

Più sovente Sceol  indica: il soggiorno dei morti, il luogo dove vanno gli spiriti dei trapassati (Giobbe 26:6; Salmo 18:4; 5:15; 86:13; 116:3; 139:8; Proverbi 7:27; 9:18; 15:11,24; Isaia 5:14; 14:9,15; ecc.).

L'Antico Testamento parla chiaramente di una vita futura, senza però entrare nei dettagli in merito, e sovente non fa distinzione fra "buoni" e "cattivi", fra premio e castigo. In alcuni casi tuttavia Sceol  indica chiaramente il luogo di punizione dei malvagi (Numeri 16:30,33; Salmo 9:17; Proverbi 23:14).

» Glossario Biblico