Levita

I leviti erano i discendenti di Levi, che Dio aveva appartato per portare l'arca e per il servizio del tabernacolo o tenda di convegno (Deut. 10:8) e come aiutanti alle dipendenze dei sacerdoti (Numeri 3:5-9). I sacerdoti, pure Leviti, erano i discendenti dei figli di Aronne, Eleazar e Ithamar (Esodo 6:23; Levitico 10:6), perchè i figli maggiori di Aronne, Nabad e Abihu, erano morti in seguito all'aver offerto un fuoco illecito o profano, che Dio non aveva comandato (Levitico 10:1-2).

I Leviti prendevano il posto di goni primogenito maschio d'Israele, essi erano particolare proprietà di Dio (Numeri 3:12-13; 8:9-14) e dovevano essere riscattati all'età di un mese con cinque sicli d'argento (Numeri 18:16). Essi entravano in servizio a trent'anni e terminavano a cinquant'anni (Numeri 4:2-3). Per meglio ordinare il loro servizio, Mosè divise i Leviti in tre gruppi, in base alla loro discendenza dai rispettivifigli di Levi: Ghershon, Kehath e Merari (Numeri 3:17-37). I Leviti non ebbero alcuna parte in eredità del paese di Canaan ma ad essi, in cambio del loro servizio prestato al tabernacolo, erano devolute tutte le decime d'Israele (Numeri 18:20-21).

I Leviti compaiono raramente nel Nuovo Testamento e, quando ciò avviene, essi si rivelano solitamente rappresentanti di una classe religiosa che pratica un culto esteriore e senza alcun sentimento ed amore (Luca 10:32).

» Glossario Biblico