Glossario Biblico


Piccola Enciclopedia Biblica

Sfoglia il glossario usando questo indice

Caratteri speciali | A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z | TUTTI

P

Pagano

Il termine pagano (da paganus, abitante dei villaggi, indica quelli che non hanno ancora accettato il messaggio dell’Evangelo. In effetti i villaggi resistettero più lungamente della città al primo grande movimento d’ evangelizzazione. Questo termine non è biblico e non può tradurre né goy, né ethnos (che nel NT non ha sempre un significato peggiorativo) poiché non ha un significato collettivo. 

Link d'accesso: Pagano

Paolo

Apostolo dei Gentili (Gal.2:8); il suo primo nome era Saulo (Atti 13:9), originario di tarso, in Cilicia (Atti 9:11). Dapprima violentemente contrario al vangelo (Gal. 1:13-14), fu fermato da Cristo sulla via di Damasco, soggiornò in Arabia (Gal. 1:17), quindi rientrò a Tarso (Atti 9:20,30). Paolo divenne in seguito uno dei responsabili della chiesa di Antiochia (Atti 11:25-26), intraprese poi tre viaggi missionari in Asia Minore e in Europa del sud, dove fondò numerose chiese (Atti 13:2 ecc.; 15:36; 18:23). Fu arrestato a Gerusalemme nel 58 d.C. ed imprigionato a cesarea e a Roma (Atti 21:30-33; 24:27; 28:26,30); liberato nel 62 d.C., riprese la sua attività missionaria, ma fu arrestato di nuovo nel 66 d.C. e messo a morte a Roma (cfr. 2 Tim. 4:6-8). Paolo è l'autore di 13 epistole indirizzate a diverse chiese per incoraggiarle e istruirle nella fede cristiana. Queste lettere sono incluse nel Nuovo testamento.

Link d'accesso: Paolo

Parusia

(venuta, presenza). Termine greco che indica l'atteso ritorno di Gesù nella gloria, alla fine dei tempi (Mt 24,29-31). Gesù ha detto che solo il Padre conosce l'ora in cui tornerà il Figlio dell'uomo (Mt 24,35-36). Il giudizio avviene adesso per chi non vuol credere (Gv 5,25-29).

Link d'accesso: Parusia

Pilato

(Ponzio) Procuratore e governatore della Giudea nominato da Tiberio (Luca 3:1). Dimorava abitualmente a Cesarea, ma si recava a gerusalemme per le feste. Il sinedrio non poteva giustiziare una persona senza la sua autorizzazione; perciò Cristo venne consegnato a Pilato che lo condannò (Matteo 27:1-2, 11-26; Marco 15:1-15; Luca 23:1-25).

Link d'accesso: Pilato

Præpatico evangelica

Una preparazione per accedere al messaggio più ampio e completo dell'Evangelo.

Link d'accesso: Præpatico evangelica

Preghiera

Espressione spontanea e diretta dell'uomo a Dio. Gesù pregava costantemente (Luca 6:12). Mosè era un uomo di preghiera (Esodo 32:9-14), Davide pure (Salmo 28:1; 51:1-4). L'apostolo Paolo pregava per ogni chiesa (Rom. 1:8-10; Efesi 1:15-19; Col.1:8-11). Ogni situazione, ogni bisogno, ogni dono di Dio può ispirare alla preghiera (Genesi 25:21; Salmo 30:1-12; Daniele 9:3; Atti 4:23-31). Le preghiere si distinguono in suppliche, richieste, ringraziamenti, lodi, adorazione (Fil. 4:6; 1 Tim. 2:1; Salmo 71:14); in alcuni passi profetici si trovano preghiere imprecatorie (Salmo 69:22-28; 140; cfr. Apoc. 6:10). La preghiera viene fatta nel nome di Cristo (Giov. 16:23-24), perchè è in Lui che ogni cosa viene concessa (2 Cor. 1:20; Efesi 1:3; Col. 2:10). Gesù ha insegnato ai suoi discepoli come bisogna pregare (Luca 11:1-4); il testo di Matteo 6:7-13 racchiude i grandi principi della preghiera.

Link d'accesso: Preghiera

Profeta, profetessa

Portavoce di Dio, rivestito della sua autorità e del suo Spirito per comunicare la sua volontà agli uomini (Num. 12:6; 2 Cron. 20:13-20; Ebrei 1:1). Mosè ha trasmesso la Legge (Esodo 20:1-17; Deut. 18:15-20; 33:4), e Giosuè ha dato le istruzioni per la spartizione di Canaan (Giosuè 13:7). Samuele ha istituito la monarchia (1 Sam. 8:1-22). Dopo Isaia, il ruolo dei profeti era soprattutto quello di denunziare il peccato (Geremia 2:23), di richiamare al pentimento (Geremia 3:12-13), di avvertire i ribelli del castigo (Geremia 4:6-7) e di annunziare la venuta di Cristo e la sua opera (Isaia 53:4-6; Zac. 9:9-12; 1 Pietro 1:10-12). Nel Nuovo testamento lo scopo dei profeti è di edificare e di esortare sul fondamento dell'opera di Cristo (1 Cor. 14:3,5).

Link d'accesso: Profeta, profetessa

Propiziatorio

dall'ebraico kapporeth (copertura) soprattutto, e forse esclusisamente nel significato d'espiazione; dal greco ilastērion.
Questo termine non designava semplicemente il coperchio dell'arca, ma evocava allo stesso tempo il luogo e l'atto mediante il quale il sacrificio espiatorio rendeva Iddio propizio al peccatore.

Link d'accesso: Propiziatorio

Protovangelo

("prima buona notizia"). Secondo l'esegesi biblica, il primo annuncio della redenzione, contenuto in Genesi 3:14-15.

Link d'accesso: Protovangelo

Proverbi (Libro dei)

Autore: Salomone, Agur e Lemuel

Data di redazione: I proverbi di Salomone furono probabilmente scritti, collezionati ed editi prima del 931 a.C. Più tardi (715-68 a.C.) Re Ezechia ed altri, collezionarono i proverbi in un libro.

Tema: La saggezza

I Proverbi sono una raccolta di sentenze vigorose che, per analogia o contrasto, mettono in rilievo alcune importanti verità. Ogni nzazione ha dei proverbi. La presente raccolta è essenzialmente opera di Salomone; lo stesso autore affermò di aver pronunziato tremila sentenze (1 Re 4:32).

Fra le virtù decantate in questo libro figurano la ricerca della sapienza, la devozione filiale, la liberalità, la fedeltà conuigale e l'onestà negli affari umani. La lista dei vizi enumerati e condannati comprende la cupidigia, l'ubriachezza, la menzogna, la pigrizia, le contese e la frequentazione di cattive compagnie.

E' difficile classificare tutti i Proverbi raccolti da Salomone.

Tuttavia le seguenti suddivisioni possono essere utili:

I. Esortazioni paterne rivolte principalmente ai giovani 1-9

II. La sapienza e il timore di Dio opposti alla sapienza umana e al peccato   10-24

III. Proverbi di Salomone raccolti dalla gente d Ezechia 25-29

IV. Altri Proverbi attribuiti ad Agur e a Lemuel, 30-31

Link d'accesso: Proverbi (Libro dei)